PREMESSA
In base al nuovo testo dell’art. 18, comma 1, lettera aa), del D.Lgs. n. 81/2008, come modificato dall’art. 13, lettera f), D.Lgs. n. 106/2009 (Integrazioni e correzioni al vigente Testo Unico in materia di sicurezza sul lavoro) il Datore di Lavoro deve comunicare  in  via  telematica  all’INAIL,  in  caso  di  nuova  elezione  o designazione,  i  nominativi  dei  rappresentanti  dei  lavoratori  per  la  sicurezza (RLS).

L’INAIL con la Circolare n. 43 emanata lo scorso 25 agosto 2009, previo parere favorevole del Ministero del lavoro, ha fornito alcune indicazioni in ordine all’obbligo di trasmettere i nominativi dei RLS; in particolare chiarisce che la comunicazione dei nominativi degli RLS non va effettuata con cadenza annuale, ma solo in caso di nuova nomina o designazione.

Riepilogando

  • le aziende che hanno già trasmesso all’INAIL il nominativo del RLS ed il nominativo non è variato, non dovranno effettuare alcuna comunicazione;
  • le aziende che hanno già trasmesso all’INAIL il nominativo del RLS ed il nominativo è variato, devono comunicare tempestivamente tale variazione;
  • le aziende che ad oggi non abbiano effettuato alcuna comunicazione, pur essendo obbligati, devono comunicare tempestivamente il nominativo del RLS;
  • le aziende che non versino nelle situazioni appena descritte, l'obbligo di comunicare i nominativi decorrerà a partire dalla prima designazione del RLS ad opera dei lavoratori.

MODALITA' DI COMUNICAZIONE
La comunicazione del nominativo dovrà essere effettuata in via telematica all’INAIL tramite l’are riservata “Punto cliente” ed osservando le istruzioni operative reperibili sul sito internet www.inail.it.

Per quanto riguarda la comunicazione relativa alla nomina del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST), il Ministero del lavoro fornirà le indicazioni interpretative della vigente normativa e successivamente l'Istituto diffonderà apposite istruzioni operative.

FORMAZIONE

SANZIONI
Per quanto concerne infine le sanzioni amministrative nei confronti dei datori di lavoro che violino le sopra illustrate disposizioni in materia di comunicazione telematica, l'art. 55 del Testo Unico come modificato dall'art. 32 del provvedimento correttivo (D.Lgs n. 106/09) prevede una pena pecuniaria da € 50 ad € 300, salvo restando che nel caso di insormontabili problemi tecnici la segnalazione on line potrà essere sostituita in via eccezionale dalla comunicazione via telefax al n. 800 657657 (v. modulo ad hoc sul sito INAIL).

 

ECOSAFE
Al fine di poter ottemperare agli adempimenti normativi sopra descritti, EcoSafe S.r.l., società certificata secondo i requisiti delle normative UNI EN ISO 9001:2000 per la qualità, UNI EN ISO 14001:2004 per l’ambiente e OHSAS 18001 :2007 per la sicurezza, si rende disponibile per qualsiasi chiarimento e/o informazione dovesse rendersi necessaria.
 

INFORMAZIONI
Tel/Fax - 011-95.41.201
E-m@il - commerciale@ecosafe.it

EcoSafe Archivio News

logo trasparenza sfondo

 

Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201 Fax +39 0110133199

P.IVA/C.F.
08929640012
CAPITALE SOCIALE
€ 10.000,00 i.v.
R.E.A.
TO - 1011614 PRESSO LA C.C.I.A.A. DI TORINO
REGISTRO IMPRESE DI TORINO N.
08929640012
PEC
info@pec.ecosafegroup.it

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.

Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy