spazio
ambiente-colorato

 

Icone per WEB1 Sicurezza 

“Meno carte, più sicurezza” è il titolo del vademecum redatto dalla Direzione centrale per la prevenzione e la sicurezza tecnica del Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile e dall’Ufficio per la semplificazione amministrativa del Dipartimento della funzione Pubblica per divulgare le novità in materia di procedure antincendi introdotte con l’entrata in vigore il 7 ottobre scorso del Decreto del Presidente della Repubblica n. 151/2011.

L’opuscolo sintetizza in poche righe l’introduzione delletre categorie di rischio A,B,C per le diverse attività e le relative procedure antincendio. Dedica poi a ogni categoria pagine in cui si definisce la categoria e si riporta un elenco non esaustivo della tipologia di attività che ne fanno parte. Particolarmente efficace l’utilizzo per ogni categoria di un esempio concreto, un caso, che viene descritto testualmente e rappresentato con uno schema illustrato che mostra passo passo cosa deve fare l’imprenditore.

Dopo aver passato in rassegna i tre esempi le ultime pagine dell’opuscolo mettono in evidenza le altre novità introdotte dal decreto tra cui alcune modifiche apportate agli elenchi delle attività soggette a controlli antincendi; si sollecitano quindi tutti gli imprenditori a controllare nell’Allegato 2 del decreto se la propria attività è soggetta o non soggetta a controlli e a quale categoria appartiene.

Viene sottolineata inoltre la semplificazione apportata al procedimento dall’adozione del’invio telematico e dall’abolizione del Registro dei controlli manutenzione informazione e formazione del personale.

L’opuscolo contiene infine informazioni sulla richiesta di rinnovo del CPI “Certificato prevenzione incendi”, di una dichiarazione che attesta l’assenza di variazioni alle condizioni di sicurezza antincendio accompagnata da dichiarazione di tecnico abilitato che attesta l’efficienza dei dispositivi. Sul NOF, nulla osta fattibilità, parere di massima rilasciato dal Comando provinciale V.V.F. a quelle attività a medio e alto rischio che vogliano realizzare progetti particolarmente complessi. Il NOF potrà essere rilasciato entro 30 giorni dal’invio e a seguito del’esame da parte dei V.V.F. di un progetto di massima che illustri aspetti rilevanti quali, ad esempio, ubicazione, accesso all’area e accostamento dei mezzi di soccorso, caratteristiche costruttive, sistemi di controllo fumi, vie di esodo, impianti di rilevazione e allarme. Sulla possibilità di concordare con il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco uncrono programma di visite in cantiere durante lo svolgimento dei lavori per valutarne passo passo la rispondenza alle disposizioni di prevenzioni incendi.

Icone per WEB3 Ambiente
Icone per WEB8 Sistemi gestione
Icone per WEB2 Formazione

EcoSafe Archivio News

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 
 
 
richiedi
                    logo trasparenza sfondo


PIEMONTE
Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201  Fax +39 011 0133199

LOMBARDIA
Via Giovanni XXIII, 2/A - 20866 Carnate, Monza Brianza - Italy
Tel +39 039 9630734  Fax +39 011 0133199

P.IVA/C.F.
08929640012
CAPITALE SOCIALE
€ 10.000,00 i.v.
R.E.A.
TO - 1011614 PRESSO LA C.C.I.A.A. DI TORINO
REGISTRO IMPRESE DI TORINO N.
08929640012
PEC
info@pec.ecosafegroup.it

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                AIAS ACADEMY
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.


Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy