Successivamente all’informativa pubblicata da EcoSafe il 6 Marzo 2012, in merito alla scadenza fissata al 30 Aprile 2012 per la Valutazione del Rischio da esposizione dei lavoratori a Campi Elettromagnetici (CEM), il presente articolo ha la funzione di pro memoria nonché quella di approfondire in maniera più tecnica ed esaustiva il tema in questione.

Il rischio derivante dalla presenza di Campi Elettromagnetici non è di certo tra i più conosciuti, e rischia di essere messo in secondo piano rispetto a rischi più “visibili”, come ad esempio quello meccanico o acustico.

Recenti studi medici hanno stabilito due forme di possibile effetto dannoso per la salute:

  •        Effetti di natura acuta (manifestazione dei sintomi a breve/medio termine)
  •        Effetti di natura cronica ( manifestazione dei sintomi a lungo termine causati da una esposizione prolungata a campi elettromagnetici di bassa entità)

Per quanto riguarda gli effetti di natura acuta è stato rilevato che si manifestano esclusivamente nel caso di esposizione oltre determinate soglie, mentre per quanto riguarda gli effetti di natura cronica non è al momento possibile determinare i livelli di esposizione non nociva.

Ai sensi del Capo IV, titolo VIII del D.Lgs 81/08, si ricorda che le relative disposizioni entreranno in vigore dal 30 Aprile 2012. E’ inoltre doveroso riportare l’iter normativo che ha attirato l’attenzione sull’argomento del rischio CEM, grazie alle prime indicazioni minime di sicurezza individuate dalla Direttiva 2004/40/CE del 29 Aprile 2004.

I primi passi dell’Italia in questa direzione sono stati mossi con il recepimento di tali prescrizioni attraverso il D.Lgs 257/07, che prevedeva l’entrata in vigore delle disposizioni normative a partire dal 30 Aprile 2008. Il 26 Aprile 2008 è entrata in vigore la Direttiva 2008/46/CE andando così a posticipare di quattro anni il termine stabilito dal D.Lgs 257/07; è essenziale far luce sullo slittamento dei predetti termini poiché la data del 30 Aprile 2012 indica il termine ultimo per la valutazione del rischio CEM, ma ciò non significa che fino ad allora non si debba o non sia necessario iniziare un processo valutativo.

Ai sensi dell’art.28 e dell’art.181 del D.Lgs 81/08, il Datore di Lavoro si impegna alla valutazione di tutti i rischi per la salute e la sicurezza ai quali i lavoratori possono essere esposti durante la propria attività. Per la mancata valutazione è previsto l’arresto da tre a sei mesi o l’ammenda da 2.500 euro a 6.400 euro, di cui risponderà il Datore di Lavoro o il dirigente.

La valutazione del rischio da esposizione a Campi Elettromagnetici deve avere inizio tramite una verifica delle sorgenti e degli apparati presenti nei luoghi di lavoro. A seguito di tale operazione sarà possibile stabilire le eventuali situazioni di conformità oppure le situazioni che richiedono un approfondimento da svolgersi tramite misurazioni strumentali o attraverso calcoli dei livelli dei campi elettromagnetici.

Attualmente le normative di riferimento per la misurazione ed il calcolo dei livelli dei campi elettromagnetici sono:

  •        Norma CEI 211-6 (2001-01)
  •        Norma CEI 211-7 (2001-01)
  •        Norma CEI EN 50499

Tali norme individuano i criteri idonei per la corretta valutazione del rischio da esposizione ai campi elettromagnetici.

Inoltre riteniamo importante quanto utile segnalare la guida redatta dal Coordinamento Tecnico per la sicurezza nei luoghi di lavoro delle Regioni e delle Province autonome in collaborazione con ISPESL, intitolata “Decreto Legislativo 81/2008, Titolo VIII, Capo I, II, III e IV sulla prevenzione e protezione dai rischi dovuti all’esposizione ad agenti fisici nei luoghi di lavoro- Indicazioni operative”.

ISCRIZIONE CORSO DI APPROFONDIMENTO

INFORMAZIONI
Tel/Fax - 011-95.41.201
E-m@il - 
 commerciale@ecosafe.it

EcoSafe Archivio News

                    logo trasparenza sfondo


PIEMONTE
Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201  Fax +39 011 0133199

LOMBARDIA
Via Giovanni XXIII, 2/A - 20866 Carnate, Monza Brianza - Italy
Tel +39 039 9630734  Fax +39 011 0133199

P.IVA/C.F.
08929640012
CAPITALE SOCIALE
€ 10.000,00 i.v.
R.E.A.
TO - 1011614 PRESSO LA C.C.I.A.A. DI TORINO
REGISTRO IMPRESE DI TORINO N.
08929640012
PEC
info@pec.ecosafegroup.it

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                AIAS ACADEMY
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.

Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy