Il regolamento europeo, conosciuto con l’acronimo REACH (Registration, Evaluation, Authorisation and restriction of Chemicals) è un importante Regolamento risultato dalla mediazione tra posizioni molto distanti tra loro (organizzazioni ambientaliste e associazioni industriali), con diverse ripercussioni sulle aziende coinvolte.
Esso non ha ripercussioni soltanto in Europa, ma in tutto il mondo: sia sul piano delle esportazioni nella UE, che su quello della conoscenza delle proprietà intrinseche delle sostanze e della loro pericolosità. Ad esempio negli USA “(…) è accresciuta la sensibilità nei confronti della sicurezza nell’uso delle sostanze chimiche e numerose altre nazioni stanno operando nella direzione tracciata dal REACH”.

Ad affermarlo è la “Guida al Regolamento REACH” promossa dalla Camera di Commercio di Milano grazie all’idea e all’impegno di AssICC (Associazione Italiana Commercio Chimico) e  Confcommercio Milano. La guida, giunta alla quarta edizione, ha l’obiettivo di diffondere il Regolamento REACH rendendolo più facilmente accessibile a tutti.
A distanza di 24 mesi dalla precedente edizione (agosto 2011) vengono presentate le novità correlate a questi ultimi due anni in relazione ai regolamenti REACH e CLP e alla gestione del Regolamento biocidi.

Solo nel campo legislativo, sono stati emessi ben 19 nuovi Regolamenti; inoltre, relativamente a REACH & CLP sono state avviate le seguenti nuove attività:

  • “inizio della procedura di ‘Valutazione’ dei dossier da parte delle Autorità Competenti degli Stati Membri con l’istituzione del CoRAP (Community Rollig Action Plan);
  • inizio della complessa procedura di ‘Autorizzazione’;
  • messa in rete di altre 14 liste di informazione sulle sostanze chimiche;
  • sono state istituite, a supporto degli operatori, quattro RETI di collegamento ed armonizzazione tra gli Stati Membri: HelpNet; Comunicazione dei Rischi; Responsabili della Sicurezza; ENES;
  • è stato deciso di affidare ad ECHA la gestione dei regolamenti Biocidi e PIC;
  • è stato costituito il Comitato biocidi (BPC) che ha iniziato ad operare ed è stato emesso il Regolamento (giugno 2013) sulle tariffe da applicare ai biocidi stessi;
  • si è molto intensificata e diversificata l’attività nel settore ‘Formazione’;
  • sono stati chiariti vari argomenti che presentavano dubbi interpretativi;
  • sono state modificate (marzo 2013) le tariffe di registrazione (fissate a suo tempo nel 2008) cercando di favorire le PMI;
  • nel piano organizzativo della struttura ECHA, sono state aggiornate molte procedure esistenti ed emesse altre 14 nuove;
  • notevole lavoro svolto nel campo delle pubblicazioni con l’emissione di nuovi documenti tecnici, numerosi aggiornamenti di quelli già emessi e molti di essi tradotti nelle 22 lingue dell’UE”.

Inoltre, per il futuro si prevede un intensissimo lavoro per l’ECHA, che oltre al già gravoso impegno del completamento dell’applicazione di REACH&CLP e della sua gestione, dovrà dedicarsi anche all’armonizzazione della legislazione a valle, nonché all’assunzione progressiva della responsabilità di una gestione coordinata degli esistenti provvedimenti legislativi concernenti le sostanze chimiche.

Alcuni esempi? La gestione del Regolamento Biocidi, la cui responsabilità è iniziata formalmente il 1° settembre 2013 (il Comitato BPC creato in seno ad ECHA è entrato in funzione già nella primavera 2013); o la gestione del Regolamento PIC (Prior Informed Consent), che regolamenta l’esportazione di materie pericolose nei paesi in via di sviluppo e per il quale, a partire dal 1° marzo 2014, ECHA diventerà responsabile per gli aspetti amministrativi e tecnici.
Senza dimenticare le problematiche relative all’organizzazione della gestione dei nanomateriali.

Sempre in relazione alle novità nel panorama dei regolamenti REACH e CLP, il documento indica nelle premesse che dal 1° luglio del 2013 “(…) è entrata a far parte dell’Unione Europea, come 28.mo stato, anche la Croazia e, quindi anch’essa tenuta all’osservanza dei Regolamenti REACH&CLP”.
Infine, a livello nazionale è da segnalare la gestione sempre aggiornata dell’Help Desk “(…) ed il coinvolgimento anche degli stakeholder nel Gruppo di Lavoro ‘Sostegno alle imprese’ costituito a livello ministeriale nell’ambito del Comitato Tecnico di Coordinamento, mentre a livello locale si sta procedendo, anche in questo caso con l’intervento degli stakeholder, alla organizzazione e strutturazione delle risorse per i compiti di verifica, responsabilità di pertinenza delle Regioni. Per quest’ultima responsabilità è stato svolto un intenso lavoro di formazione e di aggiornamento REACH e CLP sia degli operatori esterni che di quelli interni e si sta procedendo ad una sistematica azione di verifica in base anche al programma dettato dal Forum”.

Malgrado l’intensità del lavoro di promozione svolto, il documento ricorda che “(…) si è comunque constatato in varie occasioni che ancora molti soggetti coinvolti, specie nei settori più a valle, non sono ancora del tutto adeguatamente informati sugli adempimenti a cui dovrebbero attenersi o, addirittura, non conoscono i Regolamenti REACH&CLP, per cui un ulteriore sforzo per la diffusione della loro conoscenza è molto opportuno”.

Ed è in questo senso, dunque, che diventa importante questa guida e l’attività di promozione svolta per favorire una maggior divulgazione dei regolamenti europei.

EcoSafe Archivio News

                    logo trasparenza sfondo


PIEMONTE
Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201  Fax +39 011 0133199

LOMBARDIA
Via Giovanni XXIII, 2/A - 20866 Carnate, Monza Brianza - Italy
Tel +39 039 9630734  Fax +39 011 0133199

P.IVA/C.F.
08929640012
CAPITALE SOCIALE
€ 10.000,00 i.v.
R.E.A.
TO - 1011614 PRESSO LA C.C.I.A.A. DI TORINO
REGISTRO IMPRESE DI TORINO N.
08929640012
PEC
info@pec.ecosafegroup.it

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                AIAS ACADEMY
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.

Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy