Riepiloghiamo brevemente quelle che sono le principali scadenze di aprile 2014 in tema di sicurezza, salute e ambiente.

MUD. La presentazione deve avvenire entro il 30 aprile 2014, a cura dei soggetti interessati che sono così individuati:

  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese agricole che producono rifiuti pericolosi con un volume di affari annuo superiore a Euro 8.000,00;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall'articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

Per maggiori informazioni: http://www.ecosafe.it/mud-2014-definiti-modelli-e-presentazione-14-01-2014

IPPC. La trasmissione dei dati relativi agli autocontrolli effettuati durante il 2013 da parte dei gestori di impianti assoggettati alla disciplina IPPC  deve avvenire per via telematica entro il 30 aprile 2014. Ricordiamo che la normativa sull’IPPC ("Integrated Pollution Prevention and Control", ossia "prevenzione e riduzione integrata dell'inquinamento") subordina l’attività degli impianti industriali che presentano un elevato potenziale di inquinamento ad una particolare autorizzazione pubblica (denominata "autorizzazione ambientale integrata" – "Aia") che racchiude in un unico atto amministrativo il permesso a rilasciare inquinanti in aria, acqua, suolo e che viene rilasciata solo previo rispetto di precise condizioni ambientali.

Cartellonistica stradale. Ricordiamo che, come previsto dal Decreto Interministeriale 4 marzo 2013, i lavoratori incaricati di eseguire lavori stradali devono essere sottoposti a una specifica formazione aggiuntiva a quella prevista dal Decreto 81/2008, relativamente alle procedure di sicurezza previste, della durata minima di 8 ore (12 ore per i preposti). In particolare, la gestione operativa degli interventi deve essere guidata e controllata da un preposto, specificamente formato, che coordini tutte le fasi delle operazioni (coordinamento a vista o tramite collegamento con apparecchi ricetrasmittenti).
Viene inoltre prevista la norma transitoria: tutti i lavoratori e i preposti che alla data di entrata in vigore del decreto operano nel settore da almeno 12 mesi sono esonerati dai corsi di formazione previsti, ma sono tenuti ad effettuare un corso di aggiornamento, della durata minima di tre ore,entro 24 mesi dall’entrata in vigore del decreto (19/04/2015), essendo quindi esonerati dai corsi di base per operatori ed eventualmente preposti.

Per maggiori informazioni: http://www.ecosafe.it/la-formazione-per-le-attivit-lavorative-in-presenza-di-traffico-veicolare-08-04-2014

EcoSafe Archivio News

logo trasparenza sfondo

 

Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201 Fax +39 0110133199

P.IVA/C.F.
08929640012
CAPITALE SOCIALE
€ 10.000,00 i.v.
R.E.A.
TO - 1011614 PRESSO LA C.C.I.A.A. DI TORINO
REGISTRO IMPRESE DI TORINO N.
08929640012
PEC
info@pec.ecosafegroup.it

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.

Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy