spazio
ambiente-colorato

 

Icone per WEB1 Sicurezza 

L'Unione Industriale di Torino ha reso noto che la definizione di “modifica sostanziale” è stata modificata dall’art. 19, comma 1, lettera b) del D.Lgs. 46/2014. Nella nuova versione, la modifica sostanziale, oltre ad essere costituita come in precedenza da una variazione qualitativa delle emissioni o da un aumento o da una variazione delle condizioni di convogliabilità delle stesse, deve poter anche “(…) produrre effetti negativi e significativi sull’ambiente”.

Per quanto generica, si tratta di una precisazione importante perchè le modifiche sostanziali sono sempre soggette ad autorizzazioni preventive, mentre ora si apre la possibilità di evitare il procedimento autorizzatorio.

Emissioni di COV
Per effetto delle modifiche apportate dal D.Lgs. 46/2014, quindi, si applica a tutti i COV il limite alle emissioni di 20 mg/Nm3 per emissioni superiori a 100 g/h di composti organici volatili (COV) con indicazioni di pericolo H341 (alterazioni genetiche), H351 (cancro) o con frasi di rischio R40 (effetti cancerogeni – prove insufficienti) o R68 (possibilità di effetti irreversibili).

Emissioni da impianti termici civili
Con la D.D. n.52 del 12 marzo 2014, la Regione Piemonte ha fornito precisazioni in merito alle modalità di analisi degli ossidi di azoto (NOx) nelle emissioni degli impianti termici civili alimentati da combustibili gassosi o liquidi. In particolare, la Regione precisa:

  1. le modalità con cui calcolare il valore di NOx qualora venga misurato il solo NO
  2. i fattori di conversione tra misura in concentrazione (ppmv) e fattore di emissione (mg/kWh) in funzione del combustibile
  3. l’incertezza della misura, che viene assunta in ±20 mg/kWh; ciò implica che, se il limite è posto a 80 mg/kWh, non costituisce superamento del limite un valore misurato fino a 100 mg/kWh

In specifici ambiti normativi sono poi in vigore definizioni di “modifica sostanziale” diverse da quella sopra menzionata, in particolare per gli impianti che emettono composti organici volatile (COV) di cui all’art. 275 e per gli impianti soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA). Pertanto, in questi casi continuano ad applicarsi le disposizioni settoriali.

Icone per WEB3 Ambiente
Icone per WEB8 Sistemi gestione
Icone per WEB2 Formazione

EcoSafe Archivio News

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 
 
 
richiedi
                    logo trasparenza sfondo


PIEMONTE
Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201  Fax +39 011 0133199

LOMBARDIA
Via Giovanni XXIII, 2/A - 20866 Carnate, Monza Brianza - Italy
Tel +39 039 9630734  Fax +39 011 0133199

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                AIAS ACADEMY
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.


Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy