spazio
ambiente-colorato

 

Icone per WEB1 Sicurezza 

Per radiazioni ottiche si intendono tutte le radiazioni elettromagnetiche nella gamma di lunghezza d'onda compresa tra 100 nm e 1 mm. Lo spettro delle radiazioni ottiche si suddivide in radiazioni ultraviolette, radiazioni visibili e radiazioni infrarosse. Queste, ai fini protezionistici, sono a loro volta suddivise in:


Radiazioni ultraviolette: radiazioni ottiche di lunghezza d'onda compresa tra 100 e 400 nm. La banda degli ultravioletti è suddivisa in UVA (315-400 nm), UVB (280-315 nm) e UVC (100-280 nm);


Radiazioni visibili: radiazioni ottiche di lunghezza d'onda compresa tra 380 e 780 nm;


Radiazioni infrarosse: radiazioni ottiche di lunghezza d'onda compresa tra 780 nm e 1 mm. La regione degli infrarossi è suddivisa in IRA (780-1400 nm), IRB (1400-3000 nm) e IRC (3000 nm-1 – 1 mm).


Le sorgenti di radiazioni ottiche possono inoltre essere classificate in coerenti e non coerenti.


Le prime emettono radiazioni in fase fra di loro (i minimi e i massimi delle radiazioni coincidono), e sono generate da Laser, mentre le seconde emettono radiazioni sfasate e sono generate da tutte le altre sorgenti non Laser e dal Sole.


Tutte le radiazioni ottiche non generate dal Sole (radiazioni ottiche artificiali) sono di origine artificiale, cioè sono generate artificialmente da apparati e non dal Sole.
La tipologia di effetti associati all’esposizione a ROA dipende dalla lunghezza d’onda della radiazione incidente, mentre dall’intensità dipendono sia la possibilità che questi effetti si verifichino che la loro gravità.


L’interazione della radiazione ottica con l’occhio e la cute può provocare conseguenze dannose.
Oltre ai rischi per la salute dovuti all’esposizione diretta alle radiazioni ottiche artificiali esistono ulteriori rischi indiretti da prendere in esame quali:

  • Sovraesposizione a luce visibile: disturbi temporanei visivi, quali abbagliamento, accecamento temporaneo;
  • Rischi di incendio e di esplosione innescati dalle sorgenti stesse e/o dal fascio di radiazione;
  • Ulteriori rischi associati alle apparecchiature/lavorazioni che utilizzano ROA quali stress termico, contatti con superfici calde, rischi di natura elettrica, di esplosioni od incendi come nel caso di impiego di Laser di elevata potenza etc.

In merito a questa materia sono state elaborate nuove procedure per l’esposizione a Radiazioni Ottiche Artificiali da Cappe sterili e Lampade germicida, da parte del Laboratorio Agenti Fisici della ASL 7 di Siena. Il rapporto contiene i principali risultati inerenti uno specifico studio condotto sul rischio da radiazioni ottiche artificiali nell’impiego di lampade germicida installate in cappe a flusso laminare o per lampade installate a parete o a soffitto. Tali apparati trovano largo impiego prettamente in ambito sanitario, di laboratorio e di ricerca.
Il rapporto fornisce procedure operative per la prevenzione del rischio da esposizione alla radiazione UVC e le principali misure di tutela per le differenti tipologie di sistemi maggiormente utilizzate in ambito sanitario, di laboratorio o di ricerca scientifica.

Icone per WEB3 Ambiente
Icone per WEB8 Sistemi gestione
Icone per WEB2 Formazione

EcoSafe Archivio News

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 
 
 
richiedi
                    logo trasparenza sfondo


PIEMONTE
Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201  Fax +39 011 0133199

LOMBARDIA
Via Giovanni XXIII, 2/A - 20866 Carnate, Monza Brianza - Italy
Tel +39 039 9630734  Fax +39 011 0133199

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                AIAS ACADEMY
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.


Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy