spazio
ambiente-colorato

 

Icone per WEB1 Sicurezza 

Il manuale, promosso dal Comune di Verona, Collegio dei Costruttori Edili della provincia di Verona e Azienda ULSS 20 di Verona, è composto da sei capitoli, tutti costituiti da schede.
I primi due capitoli trattano della mappatura dei principali rischi di cantiere riguardanti i lavoratori e le persone esterne al cantiere e per ognuno sono indicati:

  • Una sintetica descrizione della tipologia del danno conseguente
  • I principali riferimenti per la sua corretta individuazione e analisi
  • Una descrizione sintetica delle misure di tutela da osservare prima, durante e al termine di lavori


Vengono presi in considerazione i pericoli principali, a partire da quello più grave che è causa di incidenti mortali, ovvero il pericolo di investimento da parte di mezzi d’opera e di veicoli esterni, a seguire poi la caduta dall’alto, la caduta dal piano e molti altri ancora, fino ad analizzare i pericoli meno evidenti ma seppur molto importanti.


Nel Capitolo 3 vengono riportate delle schede che trattano i DPI (Dispositivi di Protezione Individuale), in particolare sono indicati gli obblighi in capo al datore di lavoro, ai dirigenti e ai preposti nonché ai lavoratori. Per ciascun DPI vengono indicate le caratteristiche, il tipo di protezione al rischio e quando devono essere utilizzati.


Nel quarto capitolo viene trattata la documentazione necessaria per l’installazione di un cantiere: il PSC, il POS, il Manuale d’uso e manutenzione delle macchine e delle attrezzature, le schede tecniche – tossicologiche delle sostanze usate, l’autorizzazione in deroga per il superamento dei limiti di impatto acustico, i formulari per il trasporto dei rifiuti speciali (materiali di risulta), l’eventuale concessione di occupazione di sede stradale e l’Ordinanza emessa dall’ente proprietario della strada, qualora il cantiere comporti una modifica della viabilità.


Il quinto capitolo riporta un fax simile di modelli di informazione con i residenti vicini e interessati dal cantiere, indicanti gli elementi utili per una corretta informazione e gestione dei rapporti fra l’impresa e i terzi coinvolti.


Il sesto capitolo è dedicato al segnalamento ed alla delimitazione del cantiere stradale, così come normato dal Codice della Strada, dal relativo Regolamento di Attuazione e di Esecuzione e dal Decreto Ministeriale 10 luglio 2002. Sono descritte le caratteristiche del segnalamento temporaneo, i principali segnali di pericolo, di indicazione, di prescrizione e di delimitazione che devono essere utilizzati nei cantieri.

Icone per WEB3 Ambiente
Icone per WEB8 Sistemi gestione
Icone per WEB2 Formazione

EcoSafe Archivio News

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 
 
 
richiedi
                    logo trasparenza sfondo


PIEMONTE
Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201  Fax +39 011 0133199

LOMBARDIA
Via Giovanni XXIII, 2/A - 20866 Carnate, Monza Brianza - Italy
Tel +39 039 9630734  Fax +39 011 0133199

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                AIAS ACADEMY
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.


Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy