A partire dal 01 giugno 2015 entrerà completamente in vigore il Regolamento CLP 1272/2008 e s.m.i. (“Classification, Labelling and Packaging”) sulla classificazione, etichettatura ed imballaggio delle sostanze e miscele pericolose, fondato sui criteri del GHS (“Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals”) ed inoltre verrà adottata la classificazione del CLP anche alla classificazione dei rifiuti.


Diventano infatti applicabili la Decisione 2014/955/Ue (modifica la Decisione 2000/532/CE) che reca il nuovo elenco europeo dei rifiuti e il Regolamento 1357/2014/Ue (modifica l'allegato III della Direttiva 2008/98/CE) che riscrive le caratteristiche di pericolo degli stessi.

Le novità principali:


Reg. UE 1357/2014:

  • rifiuti pericolosi: vengono ridefinite alcune classi di pericolo
  • sono introdotti i criteri relativi all’attribuzione delle classi di pericolo
  • sono introdotti i codici di indicazioni di pericolo che sostituiscono le «vecchie» frasi R
  • vengono cambiati i limiti di concentrazione per alcune classi di pericolo
  • vengono ridenominate le caratteristiche di pericolo da H ad HP 

Decisione 2014/955/UE:

  • vengono modificati i riferimenti dalla Dir. 67-548-CE al Reg. UE 1272/2008
  • vengono introdotte alcune definizioni
  • viene introdotta esplicitamente per le caratteristiche HP 4 HP 6 e HP 8 il riferimento al valore soglia (concentrazione al di sotto della quale la sostanza non deve essere preso in considerazione)
  • se viene valutata una caratteristica di pericolo sia con un metodo di prova (es. test in vitro, etc) che utilizzando le concentrazioni di sostanze pericolose, prevalgono i risultati della prova
  • viene introdotto un limite chiaro per le diossine/furani, per i PCB e per altri POP ai fini dell’assegnazione della pericolosità al rifiuto


A giugno scade infatti il periodo transitorio di adeguamento che i due provvedimenti, pubblicati sulla G.U. Ue alla fine dello scorso anno, concedono ai soggetti interessati di prepararsi alle importanti novità.
L’intervento del Legislatore Ue si è reso in primis necessario al fine di adeguare la disciplina alle novità sulla classificazione, l’etichettatura e l’imballaggio delle sostanze e delle miscele stabilite dal regolamento 1272/2008/Ce, completando così la sostituzione delle “storiche” Direttive 67/548/Ue e 1999/45/Ce (già prese a riferimento dalla direttiva quadro sui rifiuti per l’attribuzione delle caratteristiche di pericolo).


EcoSafe, nell’ambito della normativa in materia di Rifuti, offre servizi di assistenza tecnica, consulenza ed analisi. Contatta i nostri Uffici per avere maggiori informazioni.

EcoSafe Archivio News

logo trasparenza sfondo

 

Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201 Fax +39 0110133199

P.IVA/C.F.
08929640012
CAPITALE SOCIALE
€ 10.000,00 i.v.
R.E.A.
TO - 1011614 PRESSO LA C.C.I.A.A. DI TORINO
REGISTRO IMPRESE DI TORINO N.
08929640012
PEC
info@pec.ecosafegroup.it

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.

Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy