spazio
ambiente-colorato

 

Icone per WEB1 Sicurezza 

Lo standard internazionale di gestione ambientale ISO 14001:2015 sostituisce la precedente norma del 2004. Dal 15 settembre 2015 gli Enti di certificazione non accoglieranno più nuove domande di accreditamento che facciano riferimento alla ISO 14001:2004, mentre continueranno ad essere accettate domande di estensione dell'accreditamento che facciano riferimento alla edizione 2004 della ISO 14001.
Il periodo transitorio dura 3 anni e fino alla scadenza saranno valide le nuove certificazioni e i rinnovi emessi a fronte di entrambe le edizioni della norma, sia quella del 2004, sia quella del 2015. Scaduto il periodo transitorio triennale cesseranno di valere e saranno dunque revocate le certificazioni rilasciate a norma della ISO 14001:2004. Accredia, l'Ente italiano di accreditamento ha emanato una apposita circolare per guidare le parti interessate durante il periodo di transizione.


Alcuni degli aspetti di particolare novità sono:


• Rischi e opportunità: la gestione dell’ambiente è vista come uno dei fattori da tenere in considerazione nel corso della pianificazione strategica condotta dall’organizzazione.
• Il nuovo requisito introdotto che richiede la comprensione del contesto dell’organizzazione va in tale direzione, così come l’attenzione da porre sulle aspettative delle parti interessate: una volta identificati rischi e opportunità connessi al contesto dell’organizzazione sarà possibile contestualizzare le azioni necessarie all’interno del sistema di gestione aziendale.
• Leadership: sono fornite nuove indicazioni per la diffusione della gestione ambientale all’interno dell’organizzazione. Iniziative di protezione ambientale: si prospetta un atteggiamento pro-attivo da parte dell’organizzazione per la prevenzione dell’inquinamento e la protezione dell’ambiente.
• Prestazioni ambientali: il concetto di miglioramento continuo è maggiormente rafforzato.
• “Life cycle perspective”: si conferma la tendenza, già manifestata nel corso degli ultimi anni, a sviluppare maggiormente il controllo sugli aspetti ambientali connessi al “ciclo di vita” del prodotto, ad esempio all’utilizzo del prodotto e al fine vita dello stesso. Anche l’attenzione alla catena di fornitura viene rafforzata.
• Comunicazione: maggiore importanza è data alle scelte organizzative in materia di comunicazione, sia interna sia esterna.


Nelle prossime newsletter verrà approfondita la materia con tutte le novità del nuovo Standard.


EcoSafe può supportare le aziende nel percorso di certificazione degli Standard in materia di Sicurezza sul Lavoro e Ambiente e Qualità. Per ogni approfondimento contattaci all'indirizzo: hse@ecosafe.it

Icone per WEB3 Ambiente
Icone per WEB8 Sistemi gestione
Icone per WEB2 Formazione

EcoSafe Archivio News

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 
 
 
richiedi
                    logo trasparenza sfondo


PIEMONTE
Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201  Fax +39 011 0133199

LOMBARDIA
Via Giovanni XXIII, 2/A - 20866 Carnate, Monza Brianza - Italy
Tel +39 039 9630734  Fax +39 011 0133199

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                AIAS ACADEMY
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.


Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy