spazio
ambiente-colorato

 

Icone per WEB1 Sicurezza 

Da anni si parla di modelli gestionali alternativi che promettono di ridare competitività alle nostre imprese. Ma quanto questi modelli sono applicabili e soprattutto in che misura ci permettono di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità?

Trattandosi di attività che rientrano nel nostro catalogo servizi ci siamo detti: “ma perché non proviamo ad applicare questi modelli alla nostra organizzazione”? E così abbiamo fatto.

In occasione della nostra Convention è stato presentato il progetto EcoLean, ossia l’applicazione del Lean Thinking (“pensiero snello”) ai processi aziendali.

Il presupposto è semplice e si basa sul concetto di management così definito: ricerca di condizioni desiderate utilizzando le capacità delle persone in modo coordinato.

Nella prima parte del meeting sono stati presentati i principi cardine della gestione snella in modo tale da far comprendere a tutti i principi del metodo e la necessità di cambiare approccio nella gestione dei processi aziendali: si passa dal cercare il colpevole a cercare le cause di un problema attraverso un processo di crescita nel quale la persona impara a individuare le anomalie, cercarne le cause radice e trovare le contromisure da attuare.

Per poter applicare efficacemente questo schema è però necessario avere le idee chiare:

• dove sono oggi ?
• dove voglio andare ?
• cosa mi impedisce di raggiungere l’obiettivo?

Questa è la parte più complessa da raggiungere, soprattutto perché in azienda ci si confronta con altre persone, ognuna con la propria esperienza, capacità, competenza, carattere, visione, ….
Per far comprendere a fondo l’importanza di questo passaggio è stata dedicata più di mezza giornata ai lavori di gruppo: sono stati creati quattro gruppi da sei persone.

Ogni gruppo aveva il compito di identificarsi in un’azienda che parte da zero (e questa è la situazione più facile) e che deve trovare le risposte alle tre domande sopra riportate per organizzare i propri processi.

Qual è stato il risultato?

Volendo sintetizzare al massimo vi dico che il risultato è duplice. Il primo, molto positivo, ha dimostrato che il lavoro di squadra è sempre vincente, soprattutto quando ci sono le condizioni che permettono a tutti di esprimere la loro opinione e magari anche di tenerla in considerazione.

Il secondo risultato (a mio parere altrettanto positivo) è stato quello di aver fatto capire che organizzare un’azienda in modo efficace ed efficiente è tutt’altro che facile. Si rischia di focalizzare la propria attenzione sui singoli alberi e perdere di vista la foresta intera. Si tende a operare più secondo abitudini e standard che in funzione di reali opportunità ed esigenze (e questo è molto pericoloso). Dopo pochi minuti di lavoro ci si dimentica di ripetersi le tre domande cardine.

Questo secondo risultato ha permesso di creare un forte entusiasmo nel progetto. Avendo testato le difficoltà oggettive nell’analisi e gestione dei processi, dopo un momento di confronto e condivisione dei lavori svolti, tutti hanno provato a pensare al loro lavoro reale in funzione delle tre domande cardine. Sono quindi emerse molte indicazioni di aree di miglioramento: il lavoro non manca.

Abbiamo concluso la nostra convention con la presentazione dei risultati ottenuti sui due processi interni in corso di analisi. Mediante un’attività di affiancamento e supporto, le risorse responsabili dei processi hanno migliorato le prestazioni ottenendo un risparmio di tempo pari al 30% in poco più di un mese, eliminando attività che non davano valore al cliente e semplificando quelle a valore aggiunto.

Il punto di forza del modello Lean è proprio quello di sviluppare nelle persone la capacità di migliorarsi.

Ma questo da solo non è sufficiente: molte aziende si sono avvicinate ai modelli di gestione Lean senza raggiungere gli obiettivi sperati.

Il metodo prevede il supporto di tools specifici (5s, kaizen, Smed, TPM, Visual management, VSM, …) che non funzionano in quanto tali ma solo in quanto applicati in modo customizzato ai propri processi ed alle proprie persone.

EcoSafe, grazie alle risorse interne specializzate sul tema, è in grado di offrire la consulenza adeguata a quelle Organizzazioni che intendono cimentarsi in questo percorso di ottimizzazione dei processi. Per ogni approfondimento Vi invitiamo a consultare la sezione dedicata del nostro sito.

Per ogni informazione contattare: 011.9541.201 oppure commerciale@ecosafe.it

Icone per WEB3 Ambiente
Icone per WEB8 Sistemi gestione
Icone per WEB2 Formazione

EcoSafe Archivio News

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 
 
 
richiedi
                    logo trasparenza sfondo


PIEMONTE
Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201  Fax +39 011 0133199

LOMBARDIA
Via Giovanni XXIII, 2/A - 20866 Carnate, Monza Brianza - Italy
Tel +39 039 9630734  Fax +39 011 0133199

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                AIAS ACADEMY
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.


Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy