spazio
ambiente-colorato

 

Icone per WEB1 Sicurezza 

La situazione infortunistica del nostro paese evidenzia che dei 1246 infortuni con esito mortale denunciati nel 2015, ben 310 sono infortuni in itinere, di cui 271 con mezzo di trasporto (fonte Inail).
E’ infortunio ogni incidente avvenuto per causa violenta in occasione di lavoro dal quale derivi la morte, l’inabilità permanente o l’inabilità assoluta temporanea per più di tre giorni.
Come si può notare si parla di «occasione di lavoro» e, dunque, non di infortunio «sul posto di lavoro» o «durante l’orario di lavoro». Infatti non è “necessario che l’evento avvenga durante il lavoro ma che si verifichi per lavoro. Deve pertanto esistere un rapporto, anche indiretto, di causa-effetto tra attività lavorativa svolta dall’infortunato e l’incidente che causa l’infortunio”.
Gli incidenti in itinere sono quelli che accadono ai lavoratori durante il tragitto che li conduce verso il luogo di lavoro e lungo il percorso inverso dopo aver lasciato il luogo di lavoro.
Tuttavia, al fine di avere il riconoscimento di infortunio in itinere è necessario che si verifichino diverse condizioni:
- il percorso deve essere quello che va dal luogo di partenza a quello di arrivo e viceversa, con esclusione, quindi, di tutti gli eventi che accadono prima di partire da casa, oppure di ingiustificati percorsi alternativi. Esistono comunque delle eccezioni, ad esempio:

o interruzioni e/o deviazioni effettuate in attuazione di una direttiva del datore di lavoro
o interruzioni e/o deviazioni dovute a causa di forza maggiore o per esigenze essenziali e improrogabili o nell'adempimento di obblighi penalmente rilevanti
o interruzioni e/o deviazioni al fine di accompagnare i figli a scuola ( circ. Inail n. 62/2014) sempre che non siano possibili altre soluzioni
o brevi soste che non alterino le condizioni di rischio

Nel merito della mobilità si ricorda l’obbligo per i Datori di Lavoro di nominare il Mobility Manager, figura introdotta con il Decreto Interministeriale “Mobilità Sostenibile nelle Aree Urbane” del 27 marzo 1998. Una norma che ha come obiettivo la riduzione e razionalizzazione del traffico veicolare privato in itinere “con tutto quello che ne consegue sicuramente per la riduzione degli incidenti in itinere ma anche per preoccupazioni di tipo ambientale”.
Il Mobility Manager deve:
- Predisporre un piano di mobilità aziendale
- Organizzare gli spostamenti casa-lavoro;
- Ottimizzare la fruizione del servizio mensa (se esterno all’azienda);
- Incentivare la riduzione di utilizzo dell’auto propria con
E se questa figura è un obbligo per le grandi aziende, diventa un’opportunità anche per le realtà minori indipendentemente dall’obbligo normativo, in considerazione dei costi sociali, previdenziale e di produttività, del clima aziendale, del rispetto dell’ambiente e della sostenibilità in generale.
A rafforzare questi concetti si ricorda che la norma ISO 39001 specifica i requisiti per il sistema di gestione in sicurezza del traffico stradale per consentire a un’organizzazione che interagisce con il sistema del traffico stradale di ridurre le morti e le lesioni gravi dovute agli incidenti stradali sui quali può intervenire. I requisiti della ISO 39001 includono lo sviluppo e l’applicazione di una politica adeguata, lo sviluppo di obiettivi e piani d’azioni correlati ad essa, che considerino requisiti legali e altri sottoscritti dall’organizzazione, nonché le informazioni sugli elementi e i criteri correlati al sistema che l’organizzazione identifica come quelli che ha la possibilità di controllare e sui quali può intervenire”. E non bisogna dimenticare le possibilità di integrazione con i Sistemi di Gestione della Qualità (ISO 9001), dell’Ambiente (ISO 14001) e della Sicurezza (OHSAS 18001).

Icone per WEB3 Ambiente
Icone per WEB8 Sistemi gestione
Icone per WEB2 Formazione

EcoSafe Archivio News

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 
 
 
richiedi
                    logo trasparenza sfondo


PIEMONTE
Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201  Fax +39 011 0133199

LOMBARDIA
Via Giovanni XXIII, 2/A - 20866 Carnate, Monza Brianza - Italy
Tel +39 039 9630734  Fax +39 011 0133199

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                AIAS ACADEMY
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.


Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy