ambiente-colorato

 

Sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale del 4 Aprile 2017 due decreti legislativi in materia di tutela dell’ambiente esterno e dell’ambiente abitativo dall’inquinamento acustico.

I due provvedimenti, in vigore dal 19 Aprile 2017, hanno lo scopo di armonizzare la normativa nazionale con quella comunitaria.

In particolare, i decreti legislativi n.41 e 42 del 17 febbraio 2017 riguardano rispettivamente:

- le Disposizioni per l’armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico con la direttiva 2000/14/CE e con il regolamento (CE) n. 765/2008, a norma dell’articolo 19, comma 2, lettere i), l) e m) della legge 30 ottobre 2014, n. 161, sulle macchine rumorose che operano all’aperto in particolare per quelle importate extra UE e
- le Disposizioni in materia di armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico, a norma dell’articolo 19, comma 2, lettere a), b), c), d), e), f) e h) della legge 30 ottobre 2014, n. 161.

Il D.Lgs n. 41/2017 mira a prevenire possibili procedure di infrazione nei confronti dell’Italia recependo la Direttiva 2000/14/CE sulle macchine rumorose, operanti all’aperto, importate da Paesi extra Ue e sprovvisti di marcatura CE.

Infatti, il Decreto prevede che qualora il fabbricante di una attrezzatura (destinata ad operare all'aperto) non sia stabilito nell'UE e non sia individuato il mandatario "gli obblighi di cui al presente Decreto gravano su chiunque, persona fisica o giuridica, immette in commercio o mette in servizio le macchine e attrezzature nel territorio nazionale".

Il D.lgs n. 42/2017 oltre ad armonizzare la normativa nazionale con quella comunitaria, modifica e integra il Dlgs 194/2005 relativo alla gestione del rumore ambientale, nonché la Legge quadro sull’inquinamento acustico (Legge 447/1995) e disciplina la figura professionale di tecnico competente in materia di acustica.
In particolare, con il presente decreto sono definite le attività del tecnico competente in acustica e il percorso formativo che egli deve sostenere.

Il decreto introduce inoltre l’obbligo per i Comuni di redigere, entro il 30 giugno 2017 le mappature acustiche, secondo i criteri e le specifiche dettati dalla Direttiva Inspire (2007/2). Esso prevede inoltre, a decorrere dal 31 dicembre 2018, metodi comuni per la determinazione del rumore stabiliti ai sensi della Direttiva 2002/49/CE.

Il provvedimento modifica altresì le modalità e i termini di presentazione della relazione sullo stato acustico del Comune e prevede che la valutazione di impatto acustico di infrastrutture di trasporto (lineari, aeroportuali e marittime) deve considerare i casi di concorrenza tra le diverse infrastrutture interessate.
Per terminare, la nuova normativa prevede l’emanazione di nuovi regolamenti per le sorgenti di rumore attualmente non considerate dalla normativa vigente e l’aggiornamento della disciplina delle emissioni sonore prodotte nello svolgimento di attività sportive.

EcoSafe Archivio News

 
 
 
richiedi
                    logo trasparenza sfondo


PIEMONTE
Strada del Casas, 6/2 - 10090 Rosta, Torino - Italy
Tel +39 011 9541201  Fax +39 011 0133199

LOMBARDIA
Via Giovanni XXIII, 2/A - 20866 Carnate, Monza Brianza - Italy
Tel +39 039 9630734  Fax +39 011 0133199

P.IVA/C.F.
08929640012
CAPITALE SOCIALE
€ 10.000,00 i.v.
R.E.A.
TO - 1011614 PRESSO LA C.C.I.A.A. DI TORINO
REGISTRO IMPRESE DI TORINO N.
08929640012
PEC
info@pec.ecosafegroup.it

spacer
Azienda Accreditata
D.D. n° 284 del 29/05/2012

certificate
 
                                                AIAS ACADEMY
 
P.IVA 08929640012 - © 2010-2017 EcoSafe S.r.l.

Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni e/o per modificare le impostazioni di utilizzo dei cookies, ti ivitiamo a leggere la nostra Privacy Policy Privacy Policy