EcoSafe - Sicurezza

9 La nostra metodologia prevede: • Costruzione dell’offerta sulla base delle specifiche esigenze del cliente • Preparazione dell’attività sul campo mediante esame preliminare delle schede di sicurezza delle sostanze utilizzate e della descrizione dei processi aziendali • Effettuazione di sopralluoghi in campo per la verifica delle condizioni di utilizzo e la raccolta dati (processi, sostanze, tempi, quantità, prodotti secondari, tipo di esposizione, misure di controllo presenti) • Elaborazione e analisi dei dati mediante metodiche standardizzate (alpirisch, movarisk, …) e stesura dei DVR con il piano degli interventi • Eventuale indicazione sulla necessità di campionamenti ambientali (analiti, punti di misura) e/o analisi con laboratori qualificati (con prove accreditate 17025) • Supporto nella scelta dei DPI • Trasmissione degli elaborati in formato elettronico e successiva condivisione con il cliente per gli eventuali affinamenti e revisioni • Eventuale studio di modifica dei cicli/organizzazione del lavoro al fine di migliorare l’esposizione al rischio • Trasmissione degli elaborati definitivi • validazione periodica di software e documenti di calcolo per garantire l’attendibilità del dat o. SOSTANZE PERICOLOSE LA VALUTAZIONE DEI RISCHI Agenti chimici, cancerogeni e mutageni, amianto Le Sostanze pericolose sono qualsiasi liquido, gas o solido che può danneggiare la salute o la sicurezza dei lavoratori; sono presenti in quasi tutti gli ambienti di lavoro. In Europa, milioni di lavoratori entrano in contatto quotidianamente con agenti chimici o biologici che possono rivelarsi dannosi. Nel 2015, il 17% dei lavoratori dell’UE ha riferito di essere esposto a prodotti o sostanze chimiche per almeno un quarto del proprio tempo lavorativo, una percentuale praticamente invariata rispetto al 2000 e il 15% ha riferito di respirare fumi, polveri o pulviscolo sul lavoro. Alcune sostanze altamente pericolose - come l’amianto o i policlorobifenili (PCB) - sono ormai vietate o rigorosamente controllate. Tuttavia, altre sostanze potenzialmente pericolose sono ancora largamente impiegate, ed è stata adottata una legislazione per far sì che i rischi ad esse correlati vengano gestiti adeguatamente. I problemi di salute che possono essere causati dal lavoro con sostanze pericolose vanno da irritazioni oculari e cutanee lievi a effetti gravi, come difetti congeniti e tumore. Gli effetti possono essere acuti o a lungo termine e alcune sostanze possono avere un effetto cumulativo. Inoltre alcune sostanze pericolose presentano rischi per la sicurezza, quali il rischio di incendio, esplosione o soffocamento. Molte sostanze pericolose presentano congiuntamente queste proprietà. L’esposizione alle sostanze pericolose è regolamentata dal D. Lgs. 81, il quale prevede che i lavoratori non debbano mai oltrepassare determinati livelli di esposizione. Il datore di lavoro è quindi tenuto ad adottare tutte le misure preventive per eliminare all’origine o per ridurre a livelli tollerabili il rischio. Per ottemperare a questo obbligo il datore di lavoro deve fare la valutazione dei rischi, facendo riferimento alle norme di buona tecnica e alle buone prassi. COME OPERIAMO CONTATTACI

RkJQdWJsaXNoZXIy NDUyNTU=